CAMPIONATI ITALIANI KATA Eso, Cad, Jun e Ass - Ostia Lido (RM) 9,10,11-07-21

Durante il weekend si sono svolti i campionati italiani di karate, specialità kata. Il PalaFijlkam ha accolto come di consueto tutti gli atleti per la disputa dell'evento, a partire dalla categoria Esordienti fino ad arrivare a quella Senior. Unica mancante quella relativa agli U21, visto lo svolgimento nello scorso mese di maggio. 

Il Germinal Sport Target di Castelfranco ha portato la squadra al completo:  

- Mattia Busato (CSO Esercito
- Pietro Binotto 
- Giada Peruzzi 
- Giulia Marchetti
- Enrico Pizziolo
- Riccardo Merola
- Alessandro Gentilini
- Sofia Stangherlin 
- Edoardo Graziotto
- Giosuè Binotto
- Giacomo Turcato
- Dal Bene Lapo

Tutta la società è soddisfatta per quanto mostrato in gara dagli atleti, che dimostrano di continuare a crescere di gara in gara. In tal senso è ottimo il lavoro di Federico Zanon e di Paride Bressan, oltre che del DT Niki Mardegan, è anche merito dei tecnici se i castellani si sono presentati ai Campionati Italiani con la squadra al completo. 

Mattia Busato, punta di diamante di Sport Target, è diventato Campione Italiano per l'ennesima volta, confermandosi in forma smagliante in vista delle prossime Olimpiadi. Per l'atleta del CSO Esercito è stato un percorso netto, sempre con il primo punteggio. In finale si è trovato di fronte l'amico e collega dell'Esercito Alessandro Iodice, battuto 26.74 a 25. Tutta benzina da mettere nel serbatoio per la manifestazione a Cinque Cerchi, una gara servita per capire il livello di forma. Busato ha risposto presente e ora focalizzerà ogni energia, fisica e nervosa, verso i Giochi. 

 Mattia Busato, atleta CSO Esercito e Germinal Sport Target:  "È stato un buon test, siamo contenti di quanto fatto. Non è mai facile affrontare questo tipo di competizione, in quanto i rischi sono molteplici. Ho spinto molto forte fin da subito, sapevo di doverlo fare perché il livello dei miei avversari era bello alto. Lo ritengo un gran banco di prova in vista di ciò che accadrà tra meno di un mese, è da 20 anni che lavoro per questo obiettivo. Tokyo rappresenta l'occasione della vita, io sono più che pronto. Con il sostegno dell'Esercito e dello Sport Target, oltre che della Federazione, mi sono potuto preparare al meglio, portando avanti un lavoro minuzioso e che mi permettesse di arrivare al massimo della forma nel momento clou. Ora tocca a me, a Tokyo saremo i dieci migliori karateka del globo e si preannuncia battaglia vera. Non sarò solo, porterò con me tutta l'energia di tecnici, preparatori, amici e famigliari, faranno tutti un tifo sfrenato dal divano. Spero di farli gioire: adesso comincia il bello."